L’Aloe Vera grazie ai suoi benefici è la varietà più conosciuta della famiglia delle Aloaceae. 

Le proprietà dell’Aloe Vera sono molteplici e i principi attivi sono contenuti sia nella parte verde della foglia che nel gel al suo interno.

Gli effetti dell’Aloe Vera agiscono come:

aloe vera benefici
Fonte: Photo by AT on Unsplash

Gli effetti dell’Aloe Vera agiscono come:

  • immunostimolanti;
  • antiossidanti;
  • antinfiammatori;
  • depuranti.

Visti gli enormi benefici questa pianta viene utilizzata da secoli nella farmacia e nell’erboristeria e tutt’oggi rappresenta un valido aiuto in caso di varie patologie e disturbi.

Dall’Aloe Vera è possibile estrarre un gel all’aloe ad uso topico oppure un succo da bere a seconda del problema da risolvere.

In questo articolo vedremo nel dettaglio i vari utilizzi dell’Aloe Vera, i principi attivi della pianta e i vari metodi di assunzione.

A cosa serve l’Aloe vera?

aloe vera proprietà
In foto è possibile vedere la consistenza del gel di Aloe

L’Aloe Vera viene impiegata fin dall’antichità per le proprietà cicatrizzanti

Solo nella metà del 1900 iniziarono i primi studi sistematici sugli effetti della pianta che continuano tutt’oggi.

Il gel contenuto all’interno delle foglie dell’Aloe ha una consistenza molto gelatinosa, viscosa e appiccicosa.

Il gel viene estratto ed elaborato in moltissimi preparati che è possibile dividere in due grandi gruppi:

  1. Gel di Aloe Vera ad uso topico: le creme a base di Aloe Vera sono impiegate in cosmetica per creare lozioni per capelli, balsami idratanti o fluidi per la pelle oppure per curare piccoli disturbi dermatologici come scottature, eritemi e ustioni. Le creme a base di Aloe Vera inoltre sono delle ottime protezioni solari.
  2. Succo di Aloe Vera da bere: i preparati da bere a base di Aloe sono usati come integratori, lassativi, disintossicanti, immunostimolanti o tonici revitalizzanti.

Le proprietà terapeutiche dell’aloe

Vediamo ora nel dettaglio le proprietà terapeutiche dell’Aloe Vera e gli effetti curativi della pianta.

In linea generale l’Aloe Vera presenta i seguenti benefici:

  • proprietà lenitiva: è possibile utilizzare creme a base di Aloe Vera per curare ustioni e scottature o per prevenire eritemi utilizzandola come protezione solare. Funziona bene anche per lenire gli effetti di punture di insetti come le zanzare, punture di meduse o irritazioni da piante urticanti.
  • proprietà cicatrizzanti: grazie alla presenza dei Polisaccaridi che stimolano il lavoro dei Macrofagi i preparati a base di Aloe Vera aiutano la stimolazione del collagene che aumenta la rigenerazione cellulare favorendo la cicatrizzazione di piccole ferite.
  • proprietà coagulanti: l’Aloe Vera agisce nella riparazione dei tessuti e viene impiegata per curare eczemi e vesciche.
  • proprietà immunostimolanti: il gel dell’Aloe Vera contiene Acemannano dalle proprietà antinfiammatorie e antivirali. Questo principio agisce su infezioni virali, allergie o disturbi autoimmuni perché aiuta a regolare le risposte immunitarie dell’organismo.
  • proprietà depurative: grazie alla presenza dei Saccaridi che creano una sorta di pellicola protettiva proteggendo l’organismo dall’assorbimento di tossine e sostanze dannose.
  • proprietà lassative: grazie alla presenza di Aloina la foglia dell’Aloe Vera stimola la flora batterica, regolarizza l’intestino e aiuta nella digestione.

All’interno dell’Aloe Vera è possibile incontrare i seguenti componenti:

  • Steroli e Ormoni Vegetali;
  • Polisaccaridi: sono zuccheri complessi e nell’Aloe si trovano le varietà di Glucomannani e Mucopolisaccaridi;
  • Sali minerali: nello specifico magnesio, manganese, potassio, rame, cromo, ferro, calcio, fosforo, zinco e selenio;
  • Enzimi;
  • Acidi Organici e Mucillagini: nello specifico Acido Salicilico dalle proprietà antinfiammatorie, Acido Cinnamico dalle proprietà germicide e antisettiche e Acido Aloetico dalle proprietà antibiotiche;
  • Aminoacidi;
  • Vitamine AB1B2, B6, B12CENiacina Acido Folico.

Aloe Barbadensis: proprietà e benefici

aloe barbadensis proprietà  terapeutiche
Fonte: Photo by Barbara Cilliers on Unsplash

L’Aloe Barbadensis è il nome scientifico dell’Aloe Vera.

Questa pianta ha origine nell’Africa centrale e attualmente viene coltivata in tutto il mondo grazie anche alla facilità di propagazione e mantenimento.

Le proprietà terapeutiche dell’Aloe Barbadensis sono ancora oggetto di molti studi da parte della comunità scientifica.

Vediamo ora nel dettaglio tutti gli usi della pianta.

Tutti gli usi della pianta di Aloe

uso dell'Aloe vera

L’Aloe Vera fa parte della famiglia delle piante succulente e la parte che viene impiegata nella farmacia o erboristeria è la foglia.

Le foglie di Aloe Vera sono molto grandi e possono arrivare a pesare anche 3 kg.

Dalla foglia può essere estratto il succo oppure il gel che una volta elaborati vengono impiegati per produrre vari preparati.

Sicuramente i prodotti in commercio sono più comodi da usare rispetto all’autoproduzione ma spesso la concentrazione di Aloe al loro interno è molto scarsa.

Senza contare poi lo scarto della foglia: per piccole ferite ad esempio è molto utile fare degli impacchi direttamente con le foglie di Aloe in purezza che sono difficili da trovare sul mercato.

In linea generale l’Aloe Vera può essere utilizzata ad uso topico oppure come succo da bere in base al disturbo da curare.

Effetti collaterali nell’assumere Aloe Vera

È bene conoscere eventuali effetti collaterali che si potrebbero manifestare in seguito all’assunzione dell’Aloe.

Dolori addominali e leggeri episodi di dissenteria possono verificarsi nei primi giorni di consumo.

Se dovessero persistere è bene sospendere l’assunzione e riprenderla dopo qualche giorno a dose dimezzata – i metodi di assunzione e le dosi consigliate sono a fine articolo -.

In generale è bene non assumere Aloe in caso di:

  • gravidanza: i principi contenuti nell’Aloe creano contrazioni uterine;
  • allattamento: l’Aloe tende a far assorbire molti più liquidi che quindi non arriverebbero nelle giuste dosi al bambino;
  • colon irritabile o morbo di Crohn: l’azione lassativa irrita il tratto intestinale;
  • assunzione di anticoagulanti: è sempre sconsigliata l’assunzione di verdura a foglia verde per la presenza della Vitamina K pertanto anche l’Aloe rientra nella categoria.

Proprietà dell’aloe vera in Gel

aloe vera in gel: i benefici
In foto si vede una foglia di Aloe appena tagliata

Il gel di Aloe Vera si ottiene ‘grattando’ via la parte viscosa all’interno della foglia.

Per estrarre il gel in autonomia è possibile seguire alcuni semplici passaggi:

  1. Raccogli le foglie di Aloe dalla pianta solo in tarda sera o la mattina presto. L’Aloe è estremamente fotosensibile pertanto è opportuno lavorarla sempre in penombra altrimenti i principi attivi si disperdono. 
  2. Tagliare con un coltello la parte finale della foglia (la punta) e le spine.
  3. Sezionare in orizzontale la foglia.
  4. Con un cucchiaio raccogliere il gel raspando la foglia.

Il gel ottenuto può essere conservato in un barattolo di vetro oscurato nella parte bassa del frigo per qualche settimana.

Può anche essere congelato per circa 6 mesi.

Ovviamente un gel appena estratto avrà sostanze nutritive maggiori rispetto ad un gel congelato.

Il gel di Aloe autoprodotto è qualitativamente migliore rispetto ad un gel già lavorato perché naturale al 100%.

Nel gel dell’Aloe Vera si trovano:

  • Saponine;
  • Vitamine;
  • Minerali;
  • Glicoproteine;
  • Enzimi;
  • Lipidi;
  • Mucillagini.

I benefici del gel ad uso topico sono molti. 

È possibile utilizzare il gel per:

  • curare scottature e ustioni;
  • lenire piccole ferite e abrasioni;
  • dilatare i capillari aumentando il flusso sanguigno a livello locale;
  • combattere infezioni virali;
  • combattere infezioni fungine;
  • curare capelli o cuoio capelluto da forfora o prurito;
  • trattare psoriasi o herpes;
  • combattere i segni dell’invecchiamento;
  • idratare a fondo la pelle;
  • proteggersi dai raggi solari.

Questi sono gli usi del gel di Aloe ad uso topico.

Ora vediamo invece come si produce e come si consuma il succo di Aloe da bere.

Aloe vera da bere: i benefici e gli effetti del succo di Aloe

Molto spesso si tende a pensare che il gel di Aloe e il succo di Aloe siano la stessa cosa.

In realtà è opportuno fare delle dovute precisazioni a riguardo.

L’elemento più importante da tenere in considerazione è l’Aloina, un principio attivo contenuto in molte varietà di Aloe dalle forti proprietà lassative.

Ad oggi non è ancora ben chiaro se questo elemento sia o meno tossico per l’organismo umano.

È possibile approfondire l’argomento da questo articolo.

L’Aloina è contenuta principalmente nella parte verde della foglia pertanto il gel ha una quantità molto ridotta di questo principio attivo.

Senza contare il fatto che in commercio i succhi di Aloe vengono diluiti molto e non sono paragonabili agli effetti che avrebbe un prodotto fatto in casa.

Il succo di Aloe in purezza contiene una grande quantità di Aloina ed è altamente efficace contro la stitichezza.

Va precisato che non bisognerebbe abusare mai di questo prodotto: come tutti i lassativi anche il succo di Aloe irrita l’intestino favorendone le contrazioni peristaltiche che portano all’evacuazione meccanica.

Il succo di Aloe puro ad oggi viene utilizzato raramente per la presenza dell’Aloina che tende ad irritare molto intestino e colon provocando dolori addominali.

Questo accade per via dei Glicosidi Antrachinonici contenuti nell’Aloina che non vengono digeriti correttamente dallo stomaco e finiscono nell’intestino e nel colon liberando Agliconi – Emodina, Reina e Crisofanolo – dall’azione altamente lassativa.

Tutto ciò causa una forte irritazione delle mucose che provoca quindi l’effetto lassativo.

Bastano anche 0,025 grammi di prodotto per sperimentarne gli effetti tra le 6 e le 12 ore dall’assunzione.

Per evitare spiacevoli inconvenienti è bene fare molta attenzione alla produzione casalinga di succo di Aloe.

Se nei processi industriali viene impiegata tutta la foglia nei processi domestici è bene produrre il succo a partire dal gel in quanto la polpa dell’Aloe contiene una percentuale inferiore di Aloina.

Come produrre il succo di Aloe Vera in casa

aloe vera da bere: i benefici

Per produrre in autonomia un succo di Aloe Vera è possibile seguire questi passaggi:

  1. Raccogli le foglie di Aloe dalla pianta solo in tarda sera o la mattina presto. L’Aloe è estremamente fotosensibile pertanto è opportuno lavorarla sempre in penombra altrimenti i principi attivi si disperdono. 
  2. Tagliare con un coltello la parte finale della foglia (la punta) e le spine.
  3. Sezionare in orizzontale la foglia.
  4. Con un cucchiaio raccogliere il gel raspando la foglia.
  5. Frullare il gel fino ad ottenere un liquido abbastanza viscoso.

Così come per il gel anche il succo va conservato in un barattolo dal vetro oscurato e riposto nella parte bassa del frigo.

Si consiglia sempre di non assumere il succo da solo ma consumarlo diluito da succhi di frutta o acqua.

È consigliabile assumere il succo di Aloe Vera prima dei pasti: gli enzimi digestivi mezz’ora prima dei pasti principali sono più attivi e favoriscono l’assimilazione dei principi attivi.

Solitamente l’Aloe si assume 2 o 3 volte al giorno a cicli non superiori ai 2 mesi.

Nei primi giorni è possibile avvertire fastidi o dolori addominali così come episodi di dissenteria.

Se i sintomi dovessero continuare è bene sospendere l’assunzione di Aloe per qualche giorno e riprendere con una dose dimezzata.

In genere è possibile assumere circa 20 ml di succo di Aloe diluito in un bicchiere di succo, estratto o acqua.

La quantità da ingerire andrebbe sempre chiesta al produttore in base alla quantità di principi attivi della sua coltivazione.

L’Aloe fa parte delle piante succulente pertanto la qualità del gel è estremamente variabile in base alla zona e ai metodi di coltivazione.

Sciroppo a base di Aloe Vera

Dal gel estratto dall’Aloe Vera è possibile produrre uno sciroppo simile al preparato di Padre Romano Zago prodotto con l’Aloe Arborescens.

Per approfondire è possibile consultare questo articolo.

Per preparare lo sciroppo sono necessari:

  • 300 gr di gel di Aloe Vera;
  • 500 gr di miele;
  • 4 cucchiai di brandy, whisky o rum.

Basterà frullare assieme tutti gli ingredienti per ottenere uno sciroppo d’Aloe dal gusto decisamente meno amaro del naturale.

Questo frullato si conserva in frigo in un barattolo di vetro oscurato per un tempo molto maggiore rispetto al succo naturale in quanto miele e alcool ne aiutano la conservazione.

Altre bevande a base di Aloe

Oltre allo sciroppo è possibile consumare il succo di Aloe in molti modi diversi.

È possibile preparare delle bevande a base di Aloe Vera aggiungendo:

  • succo di pompelmo;
  • succo d’arancia;
  • succo di limone;
  • succo di mela;
  • succo di pera;
  • centrifugati di frutta o verdura.

Per addolcire il tutto si possono aggiungere dei cucchiaini di miele.

Quanta Aloe vera si può bere al giorno?

È consigliabile non superare un bicchierino di succo d’Aloe Vera al giorno. Circa 60 ml.

Consumare una quantità eccessiva porta a dolori addominali e dissenteria.

Quando assumere il succo di Aloe Vera?

Il succo di Aloe Vera va assunto sempre una mezz’ora prima dei pasti principali a stomaco vuoto.

succo di aloe vera proprietà
Photo by Garrett Cumber on Unsplash

L’Aloe Vera presenta innumerevoli benefici e viene impiegata da secoli per curare patologie e disturbi di ogni genere.

Questa varietà di Aloe è la più conosciuta e coltivata anche per la semplicità di coltivazione: non richiede particolari attenzioni e cresce bene anche nei giardini e sui balconi.

Tuttavia esiste un’altra varietà di Aloe, meno conosciuta ma decisamente migliore e più pregiata: l’Aloe Arborescens.

differenza dell’Aloe Vera, l’Aloe Arborescens presenta foglie più piccole e il gel al suo 

interno è super concentrato di principi attivi.

100 ml di gel di Aloe Vera contengono il 25% di principi attivi in MENO rispetto alla varietà di Aloe Arborescens.

aloe proprietà e benefici
In foto una pianta di Aloe coltivata da Dr Aloes

Questa differenza è cruciale nella cura di patologie in quanto il nostro corpo non è in grado di assimilare e tollerare grandi quantità di Aloe.

Per questa ragione è consigliabile consumare il gel di Aloe Arborescens: ne basta meno per ottenere effetti benefici maggiori!

Dr Aloes si impegna a coltivare piantagioni di Aloe Arborescens nei terreni vicino l’Etna.

Niente serre, pesticidi o prodotti tossici: le piante vengono curate in maniera 100% naturale rispettandone i cicli vitali.

L’Aloe è una pianta che assorbe ogni sostanza con cui entra in contatto.

Soprattutto in caso di Aloe da bere quindi è sempre consigliabile scegliere foglie di Aloe trattate il meno possibile.

Se desideri un gel di Aloe Arborescens come natura lo ha fatto dai uno sguardo alla nostra pagina con le foglie fresche di aloe arborescens in vendita.

Per qualunque dubbio non esitare a contattarci da qui: https://www.draloes.com/contact/